FINALITA’

L’Associazione persegue, senza scopo di lucro, finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale. In particolare l’Associazione ha lo scopo di aprire le porte verso il mondo, sviluppare l’amicizia, promuovere i principi della cittadinanza attiva secondo le leggi italiane, nel caso di filiale all’estero, secondo le leggi locali, rispettare la moralità sociale e il costume vigente, organizzare attività di scambio e cooperazione culturale, valorizzare e diffondere tutte le culture a partire da quella cinese, rafforzare il rapporto con i cittadini cinesi in Italia e nei paesi d’origine e i cittadini locali.

Attività di interesse generale

1. Le attività che l’Associazione si propone di svolgere, prevalentemente in favore dei propri soci, di loro familiari o di terzi, avvalendosi in modo prevalente dell’attività di volontariato dei propri soci, sono quelle previste dalle lettere i) dell’articolo 5, comma 1 del D.Lgs. 117/2017: organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale di cui al sopra menzionato art. 5, comma 1, del D.Lgs. 117/2017.

2. In particolare l’Associazione si propone di:

  • promuovere attività di educazione interculturale, convegni, studi, ricerche, dibattiti, incontri, manifestazioni pubbliche, manifestazioni fieristiche, spettacoli con accompagnamenti musicali, teatrali di qualsiasi genere, seminari, corsi di informazione, di educazione e di orientamento rivolti a cittadini cinesi e non allo scopo di favorire una maggiore integrazione nella realtà locale anche in collaborazione con gli studi scolastici pubblici e privati
  • favorire il pluralismo culturale e religioso e quindi l’armonia tra popoli e culture ponendosi come una porta aperta verso il mondo
  • promuovere il recupero delle tradizioni e dei valori cinesi, così come la conoscenza e la valorizzazione della lingua e della cultura, sia nei confronti degli altri popoli che degli stessi cittadini cinesi
  • fornire corsi e materiale didattico avvalendosi di programmi che diano la possibilità ai partecipanti di conoscere e/o approfondire la lingua e la cultura cinese e, ove necessario, porre le basi per quelle italiane e del paese dove risiede la filiale
  • organizzare attività e scambio e cooperazione culturale al fine di approfondire la conoscenza e promuovere l’amicizia tra i popoli
  • realizzare attività ricreative e di intrattenimento a favore di bambini, ragazzi ed adulti di culture diverse così da favorire il confronto tra le generazioni e, di conseguenza, lo sviluppo di una coscienza critica nelle nuove generazioni
  • corrispondere o stipulare accordi con altre organizzazioni italiane, estere o internazionali la cui collaborazione possa risultare utile al conseguimento degli scopi sociali
  • promuovere con ogni altra organizzazione pubblica e privata e incoraggiare ogni iniziativa il cui scopo risulti effettivamente quello di tutelare gli stranieri ed elevarne il livello qualitativo di vita
  • realizzare, redigere, stampare e diffondere periodici, riviste, libri, pubblicazioni, stampati di qualunque tipo a carattere provinciale, regionale, nazionale, e internazionale
  • promuovere e realizzare appositi corsi di approfondimento sulle normative civiche e di lavoro italiane o del paese dove si trova la filiale
  • diventare stimolo per gli enti locali e le istituzioni operanti sul territorio.
  • In particolare, l’Associazione organizza periodicamente il Mulan Festival per promuovere il MULANISMO nel mondo ed TRASMETTERE MESSAGGI DI PACE E DI AMORE agli altri popoli, e attraverso la gestione della Scuola Internazionale Mulan, una scuola paritaria che unisce  l’educazione delle materie ordinarie a quella della lingua cinese, di yoga e arti marziali cinesi, educare le nuove generazioni in un clima di pluralismo, internazionalismo, in un ambiente impregnante di amore e fratellanza, nello spirito di Mulan, quindi sane e forti non solo spiritualmente ma anche fisicamente.

3. L’Associazione svolge la propria attività di interesse generale prevalentemente in favore dei propri soci, di loro familiari o di terzi avvalendosi in modo prevalente delle prestazioni dei volontari associati. In caso di particolari necessità l’Associazione può assumere lavoratori dipendenti o impiegare lavoratori autonomi, anche ricorrendo ai propri soci. In ogni caso, il numero dei lavoratori impiegati nell’attività non può essere superiore alla metà del numero dei volontari associati o al cinque per cento del numero dei soci.

4. L’attività di volontariato è prestata in modo personale, spontaneo e gratuito, senza fine di lucro neppure indiretto ed esclusivamente per fini di solidarietà.

5. Le prestazioni fornite dai volontari sono a titolo gratuito e non possono essere retribuite neppure dal beneficiario. Ai volontari possono essere rimborsate soltanto le spese effettivamente sostenute e documentate per le attività prestate, nei limiti e alle condizioni definite in apposito regolamento predisposto dal Consiglio Direttivo e apposita delibera del Consiglio Direttivo. Le attività dei volontari sono incompatibili con qualsiasi forma di lavoro subordinato e autonomo e con ogni altro rapporto di contenuto patrimoniale con l’Associazione.

6. L’Associazione può svolgere attività diverse da quelle di interesse generale individuate purché assumano carattere strumentale e secondario nel pieno rispetto di quanto stabilito dall’art. 6 del D.Lgs. 117/2017 e relativi provvedimenti attuativi.

Ammissione

Possono presentare domanda di ammissione all’Associazione tutte le persone fisiche che ne condividono le finalità e che, mosse da spirito di solidarietà, si impegnano concretamente per realizzarle.